Le café du français

Cinque studentesse vi raccontano la cultura francese


Leave a comment

Oggi si parla di architettura: Notre-Dame de Paris

notre dame -la sennaNon potevo non dedicare un post ad una delle più belle figure architettoniche francesi ovvero la famosissima cattedrale Notre-Dame de Paris, resa ancor più celebre grazie al romanzo di Victor Hugo da cui sono state tratte numerose rivisitazioni come il recente musical di Cocciante e il lungometraggio animato della Disney. La cattedrale si trova nel cuore di Parigi circondata dal fiume Senna nella Ile de la Cité ed è dedicata alla Vergine Maria, alla quale è stata dedicata una famosissima statua.

La costruzione della cattedrale ebbe inizio nel 1163 per volontà di Re Luigi VII e del vescovo Maurice de Sully i quali volevano realizzare un edificio in grado di riunire tutti i fedeli, la cattedrale, infatti, può contenere fino a 9.000 persone. Intere corporazioni di carpentieri, fabbri, vetrai e grandi artisti lavorarono al progetto, tra i tanti ricordiamo P. Chelles e J. Ravi. Venne infine completata nel 1345.
La cattedrale di Notre Dame non è solo una delle più grandi cattedrali della Francia, ma è sicuramente tra gli edifici più rappresentativi della città in quanto fu protagonista di importanti eventi storici: l’incoronazione di Maria Stuarda e il processo di Giovanna d’Arco solo per citare i più noti. Alla fine del XVIII secolo con l’avvento dell’illuminismo la cattedrale perse il suo ruolo religioso diventando il “Tempio della ragione”, un luogo dove divulgare l’ideologia politica del governo rivoluzionario. Cambiamento che, però, durò poco perché nel 1802 Napoleone si fece incoronare proprio a Notre-Dame rintroducendo il cristianesimo e restituendo all’edificio la sua funzione originaria.

gargoyles-Notre-Dame-de-ParisLa bellezza, l’armonia architettonica, le proporzioni perfette, gli incantevoli rosoni ne fanno uno dei simboli dello stile gotico più puro. Di quest’ultimo, infatti, la cattedrale mostra tutti i caratteri principali: lo slancio verso l’alto, le due torri gotiche, la presenza di numerosi archi rampanti, contrafforti e pilastri che, novità del gotico, hanno permesso l’alleggerimento della struttura muraria e l’inserimento di vetrate multicolori. Se volete ammirare un incantevole panorama di Parigi vi è anche la possibilità di salire sulle due torri gotiche che delineano la caratteristica facciate di Notre-Dame e potrete ammirare le famose statue dei gargoyles. Tre portali maestosi permettono l’ingresso nell’edificio mentre all’interno delle cinque navate si possono ammirare tombe e statue celebri personaggi francesi. Di grande importanza è il tesoro della cattedrale che consiste in manoscritti medievali, paramenti e reliquiari in oro come la Sacra Corona di spine.


Leave a comment

A spasso nella storia

Una delle figure più emblematiche della storia della Francia e uno dei personaggi storici più amati e ammirati in patria, e probabilmente anche nel mondo, è l’eroina Giovanna d’Arco. Una delle donne più forti della storia, capace di scendere in guerra, smuovere gli eserciti e sacrificare la propria vita per un ideale. Il suo ruolo fu decisivo nel riunire il proprio paese contribuendo a risollevare il morale francese nel corso della guerra dei Cent’anni, che vide l’opposizione della Francia all’Inghilterra tra il Trecento e il Quattrocento. Il nome e la figura della Pucelle d’Orléans riecheggiano in tutta la Francia e danno vita alle più diverse interpretazioni del personaggio: vasta è la produzione letteraria sulla sua vita e le sue gesta. Anche il famoso scultore francese Emmanuel Frémiet ne ha realizzato una rappresentazione, una statua equestre in oro. Eretta nel 1874, si trova collocata a Place des Pyramides, sulla Rue de Rivoli, a Parigi, luogo in cui l’eroina fu ferita durante il suo tentativo di entrare in città, l’8 settembre 1492, durante l’attacco contro gli inglesi che controllavano la città. Divenuta fin da subito una delle icone della piazza, troviamo delle statue sorelle a Philadelphia e Portland negli Stati Uniti, a Nancy e a Orléans, suo paese d’origine, di dimensioni ancor più monumentali a sottolineare l’importanza e la straordinaria storia di Giovanna d’Arco.Blog arte


Leave a comment

10 posti particolari da vedere a Parigi

Ah Paris! La ville de l’amour! Chi non ha mai sognato di passare qualche giorno nella splendida capitale francese? Ed ecco che finalmente avete prenotato albergo e biglietto aereo… sì, ma cosa visitare in questa immensa città? Sia che vi fermiate per una settimana sia che siate già stati nella Ville Lumière se volete scoprire qualcosa di nuovo questa è la guida che fa per voi: ecco 10 posti particolari da visitare a Parigi!Musée de l'Orangérie

1. Musée de l’Orangérie. Questo museo si trova all’interno dei giardini di Tuileries, a pochi passi dal Louvre. Al suo interno, oltre ad esposizioni temporanee, troverete due sale che lasciano con il fiato sospeso: 8 enormi tele di Monet, raffiguranti le famosissime ninfee, riempiono queste stanze con i loro colori e la loro atmosfera fiabesca. Un’esperienza travolgente per gli amanti dell’arte e non solo!

2. Cité des Science et de l’Industrie. Questo museo è una vera e propria città nella città: grandissimi spazi sono dedicati ad esposizioni su storia, tecnologia e nuove invenzioni; il tutto però accompagnato dal divertimento: tanti giochi di ragionamento o di logica stuzzicano la mente del visitatore durante il tour.

Jardin de Luxembourg3. Jardin de Luxembourg. Questo giardino è uno dei parchi preferiti dai parigini. Nel cuore della città ci si ritrova a passeggiare tra prati, fontane e sculture dell’800. Perfetto per rilassarsi durante la giornata, osservando i bambini che giocano con le barchette nelle fontane, ascoltando musica suonata dal vivo nel chiosco o facendo attività sportive come il tennis.

4. Statua della Libertà. Eh no, non sto parlando di NYC! In pochi sanno che anche ParigiStatua della libertà ha la sua statua della libertà, molto più piccola di quella americana: si tratta di un regalo offerto ai francesi dagli Stati Uniti per celebrare il centenario della Rivoluzione Francese. Si trova su una piccola isola della Senna, nelle vicinanze della Torre Eiffel.

5. Quartiere Latino. Questa zona di Parigi, che ha come centro la Sorbona, prende il nome dagli studenti di latino che frequentavano quest’università. Ancora oggi, infatti, è uno dei posti più associati ad intellettuali e artisti. Le sue stradine sono ricche di librerie, caffè e piccoli negozi, senza dimenticare i numerosi ristoranti tipici (francesi e non!) che affollano la zona.

6. Panthéon. All’interno del quartiere latino troviamo questo edificio: inizialmente consacrato a chiesa, con il passare del tempo ha preso la funzione di mausoleo. Nei suoi sotterranei sono infatti sepolti molti eroi e personaggi che hanno segnato la storia della Francia, per citare alcuni nomi Voltaire, Hugo, Rousseau… Il Panthéon è inoltre il luogo scelto da Foucault per la dimostrazione della rotazione della Terra: c’è tutt’ora una riproduzione del pendolo originale dalla quale si può vedere ad occhio nudo il movimento del nostro pianeta.

7. Centre Pompidou. Questo museo è uno dei più grandi di Parigi ed è il museo per eccellenza dell’arte moderna e contemporanea. Al suo interno ci sono circa 70mila opere di numerosi artisti, da Dalì a Pollock, a Picasso; in più ogni anno il Centro organizza mostre monografiche o tematiche, raccogliendo opere provenienti anche da altre collezioni.

Bateau Mouche8. Bateau Mouche. Una delle esperienze più coinvolgenti in questa splendida città è sicuramente quella del Bateau Mouche: un giro lungo la Senna che vi farà osservare molti dei monumenti più noti di Parigi, dalla Torre Eiffel al Louvre, a Notre Dame da una prospettiva nuova.

9. Quartiere della Bastiglia. Questa zona di Parigi, caratterizzata storicamente dagli avvenimenti della Rivoluzione Francese ricordati dalla Colonna di Luglio posta al centro della piazza, è una delle più frequentate da giovani e turisti: le sue strade ricche di locali, pub e ristoranti, sono il luogo di incontro delle serate parigine.

10. Cimitero di Père-Lachaise. Uno dei luoghi più visitati della capitale francese, il cimitero di Père-Lachaise è famoso in tutto il mondo come il luogo di sepoltura di molti personaggi famosi: è infatti possibile lasciare un fiore sulla tomba di Oscar Wilde, o un pensiero su quella di Jim Morrison mentre si passeggia in questo luogo poetico e nostalgico.

Questi sono dei piccoli suggerimenti per vivere Parigi in un modo diverso. Un ultimo consiglio: se avete ancora un po’ di tempo da trascorrere in questa meravigliosa città fatelo passeggiando senza una meta, solo così potrete trovare la vostra Parigi!