Le café du français

Cinque studentesse vi raccontano la cultura francese


Leave a comment

Piccola guida dei modi di dire – Parte I

Sapete qual è una delle spie che rivela se siete madrelingua francese o no? L’uso e la conoscenza di frasi fatte ed espressioni idiomatiche. Queste ultime sono delle formule fisse che generalmente si basano su paragoni o metafore. La vera difficoltà per un non madrelingua non è quello di capire il significato letterale, ma il senso sottinteso della frase fatta soprattutto laddove il legame tra significato letterale e senso non è affatto evidente!

Ho deciso di proporvi alcuni dei modi di dire più utilizzati e diffusi. Già da questi primi esempi vi renderete conto di come alcuni modi di dire trovino un corrispondente pressoché identico in italiano, mentre in altri casi la traduzione risulta molto più complessa.

Être aux angesangioletti2

Letteralmente essere agli angeli, ha il senso di essere molto felici, provare una grande gioia. La traduzione italiana più probabile è essere al settimo cielo, modo di dire azzeccato anche per il richiamo paradisiaco.

Avoir le cafard

In questo caso molto difficilmente noi poveri non madrelingua potremmo capire il senso di questa espressione che letteralmente vuol dire avere lo scarafaggio, mentre il suo significato è essere di pessimo umore, di umore nero.

Jeter un coup d’oeil

Ecco un esempio di modo di dire che trova un suo perfetto corrispondente in italiano: dare un’occhiata.

images Ne pas réveiller le chat qui dort

Non svegliare il gatto che dorme… non è una svista né un errore, ma l’equivalente in francese del nostro non svegliare il can che dorme.

Costruire les châteaux en Espagne

Letteralmente “costruire castelli in Spagna” significa fantasticare, illudersi, sognare l’irrealizzabile. Una traduzione vincente?Costruire castelli in aria.

Avoir le vent en poupe

 Se tutto vi sta andando bene, anzi alla grande questa espressione fa per voi! In italiano non solo troviamo la traduzione perfetta avere il vento in poppa, ma sempre in riferimento al contesto marinaresco potremmo usare anche andare a gonfievele.

Rouler sur l’oril_tuffo_di_zio_paperone

Se gli italiani nell’oro ci nuotano, i francesi ci si rotolano. Questo modo di dire risulta facilmente comprensibile:  possedere molto denaro, essere pieni di soldi.

Ne pas pouvoir être au four et au moulin

Non poter essere sia al forno che al mulino, non richiede grandi spiegazioni questo modo di dire che indica l’impossibilità di trovarsi in più posti contemporaneamente.

Appeler un chat un chat

Anche in questo caso con un po’ di buon senso si può capire che chiamare un gatto gatto significa avere il coraggio di chiamare le cose col loro nome, per estensione anche dire le cose in modo diretto. Questo modo di dire potrebbe trovare un suo corrispondente nell’espressione italiana pane al pane, vino al vino. Ho scoperto poi che esiste una versione leggermente diversa di questo modo di dire addirittura nel greco antico in cui l’espressione era però chiamare un fico fico e una barca barca.

Voir trente-six chande72638298lles

A tutti noi è, purtroppo, capitato di sbattere il famoso mignolo nello spigolo del comodino e di aver visto le stelle per il colpo e per il dolore. Anche i francesi in questa occasione vedono delle luci: non quelle delle stelle, ma ben 36 candele.


Leave a comment

Parlez-vous français?

MIniatura Roman de la Rose di Guillaume de LorrisPer inaugurare questa categoria ho pensato fosse doveroso dedicare il primo post ad introdurre la lingua francese e ripercorrerne brevemente la storia dal momento che, come tutti gli studenti di lingue sanno bene, la lingua che parliamo oggi non è sempre stata così, ma è il frutto di una storia secolare; una storia di cambiamenti, trasformazioni, neologismi ecc. Di queste modifiche possiamo renderci conto in prima persona, infatti, a tutti capita di sentire un anziano usare parole ormai poco comuni.

Fatta questa premessa, cominciamo col dire che il francese è una lingua romanza, cioè fa parte di quel gruppo di lingue, tra cui anche l’italiano, lo spagnolo e il romeno, che derivano dal latino. Se avete sentito parlare del De bello gallico di Giulio Cesare, saprete che i territori dell’attuale Francia, all’epoca Gallia, furono oggetto di una vera e propria campagna di sottomissione da parte dei romani: l’evoluzione del latino orale impostosi con la colonizzazione, sommato alle lingue parlate dai locali, ha dato origine alle lingue romanze attualmente parlate.

Tuttavia è solo molto più tardi, nel IX secolo circa, alla fine del regno di Carlo Magno, che si inizia a parlare di una lingua diversa dal latino: generalmente si indica questo periodo perché a questo risalgono le prime testimonianze scritte dell’esistenza di una lingua differente a cui, inizialmente, venne dato il nome (un nome latino ancora) di lingua romana rustica. Solo qualche secolo dopo diventerà françoise, infine, françaisAllegorie de la peinture et de la sculpture - Ambroise Dubois

Durante il XIV e il XV secolo la lingua francese si diffonde sia geograficamente che culturalmente ed è proprio in questo periodo che si delineano alcuni tratti e caratteristiche che sono alla base del francese moderno. Una volta consolidatasi inFrancia, iniziò nel 1500, parallelamente alle conquiste coloniali, una grande diffusione che raggiunse il Québec e la Louisiana e contribuì alla formazione delle lingue creole. Qualche secolo dopo il francese aveva raggiunto lo status di lingua veicolare internazionale, quello che una volta era stato il latino e che è l’inglese ai giorni nostri.

E oggi? Se finora abbiamo parlato del francese quasi esclusivamente in relazione alla Francia, oggi dovremmo invece dire che la sua diffusione è a dir poco notevole essendo madrelingua di 15 paesi, lingua ufficiale di 33 e lingua privilegiata di altri 13. Sicuramente scegliere di studiare questa lingua rappresenta un buon investimento anche se, secondo la mia esperienza personale, richiede tempo e pazienza a causa di una pronuncia non semplicissima e delle molte eccezioni. Dedicatevi a questa lingua ricca e interessante con passione e dedizione e vedrete che otterrete ottimi risultati! Bonne chance!