Le café du français

Cinque studentesse vi raccontano la cultura francese


Leave a comment

La Tarte Tatin

Uno dei dolci tipici francesi più conosciuti è sicuramente la tarte tatin, una torta di mele famosa soprattutto per la particolarità della cottura: va infatti infornata ponendo le mele alla base e la pasta sopra, per poi essere capovolta al momento di servirla.

C’è una famosa leggenda che racconta la nascita di questo dolce. Secondo la storia due sorelle francesi, Caroline et Stéphanie Tatin, proprietarie di un ristorante nel centro della Francia, inventarono questo dolce un po’ per caso: durante la preparazione di una torta di mele classica una delle sorelle dimenticò di porre la pasta al di sotto delle mele, lasciandole così caramellare con il burro e lo zucchero in forno. Per rimediare all’errore decise quindi di mettere la pasta sopra le mele e di rinfornare il tutto, creando quella che ora è conosciuta proprio come la Tarte Tatin.

INGREDIENTIDSCN2165

Per il ripieno:

8 mele renette

150 gr di burro

150 gr di zucchero

Per la pasta sablée:

200 gr di farina

100 gr di burro

25 gr di zucchero

Un uovo

Un pizzico di sale

Per preparare la pasta sablée (simile alla pasta frolla) mescolate farina, zucchero e un pizzico di sale. Aggiungete poi il burro tagliato a tocchetti e mescolate con le dita fino ad ottenere una consistenza sabbiosa da cui deriva il nome della pasta. Aggiungete infine l’uovo e impastate fino a formare una palla di pasta. Conservate al fresco.DSCN2160      DSCN2161

Per il ripieno sbucciate le mele e tagliatele a spicchi. Fate caramellare burro e zucchero in una padella a fuoco vivo, facendo attenzione a non farlo diventare troppo scuro. Una volta caramellato mettete nella padella le mele e copritele con un foglio di alluminio, facendole cuocere a fiamma bassa per 5 – 10 minuti.

DSCN2167      DSCN2168

Quando le mele sono cotte fatele raffreddare e mettetele sul fondo di una teglia. Stendete la pasta con cui ricoprirete le mele facendo rientrare i bordi nella teglia e bucherellatela con una forchetta.

DSCN2174      DSCN2175

Infornate a 200° per circa 20 minuti e una volta cotta capovolgete la torta ancora calda su un piatto da portata: la nostra Tarte Tatin è pronta per essere gustata! DSCN2179

Advertisements


1 Comment

Che mondo meraviglioso!

Se penso al cinema francese uno dei primi film che mi viene in mente è sicuramente “Il favoloso mondo di Amélie”, una commedia raccontata come una favola, nata dalla mente del regista  Jean-Pierre Jeunet. Questo film, uscito nei cinema francesi nel 2001 (l’anno successivo in quelli italiani), ha riscosso un grande successo tra il pubblico oltre ad avere ottenuto moltissime candidature a premi cinematografici.Amélie

Amélie è una ragazza solitaria che vive la sua vita sognando ad occhi aperti in un mondo fatto di fantasie. Qualcosa cambia quando trova una vecchia scatola di latta nascosta da un bambino nel suo appartamento che decide di restituire al suo proprietario, diventato ormai adulto. Da questo momento in poi la sua vita prende una nuova piega: Amélie diventa una paladina della giustizia e cerca in ogni modo di fare del bene per le persone più deboli o per degli sconosciuti, il tutto solo per vedere la gioia nei loro occhi.

Questo film, poetico e fantasioso, offre l’immagine di una felicità data dalle piccole cose di tutti i giorni: vuole insegnare che fare del bene senza chiedere nulla in cambio, se non la consapevolezza di aver regalato un sorriso ad una persona, è ancora possibile. Non dimentichiamo poi la meravigliosa colonna sonora firmata Yann Tiersen che accompagna la protagonista in tutte le sue avventure. Un film da vedere assolutamente!


Leave a comment

10 posti particolari da vedere a Parigi

Ah Paris! La ville de l’amour! Chi non ha mai sognato di passare qualche giorno nella splendida capitale francese? Ed ecco che finalmente avete prenotato albergo e biglietto aereo… sì, ma cosa visitare in questa immensa città? Sia che vi fermiate per una settimana sia che siate già stati nella Ville Lumière se volete scoprire qualcosa di nuovo questa è la guida che fa per voi: ecco 10 posti particolari da visitare a Parigi!Musée de l'Orangérie

1. Musée de l’Orangérie. Questo museo si trova all’interno dei giardini di Tuileries, a pochi passi dal Louvre. Al suo interno, oltre ad esposizioni temporanee, troverete due sale che lasciano con il fiato sospeso: 8 enormi tele di Monet, raffiguranti le famosissime ninfee, riempiono queste stanze con i loro colori e la loro atmosfera fiabesca. Un’esperienza travolgente per gli amanti dell’arte e non solo!

2. Cité des Science et de l’Industrie. Questo museo è una vera e propria città nella città: grandissimi spazi sono dedicati ad esposizioni su storia, tecnologia e nuove invenzioni; il tutto però accompagnato dal divertimento: tanti giochi di ragionamento o di logica stuzzicano la mente del visitatore durante il tour.

Jardin de Luxembourg3. Jardin de Luxembourg. Questo giardino è uno dei parchi preferiti dai parigini. Nel cuore della città ci si ritrova a passeggiare tra prati, fontane e sculture dell’800. Perfetto per rilassarsi durante la giornata, osservando i bambini che giocano con le barchette nelle fontane, ascoltando musica suonata dal vivo nel chiosco o facendo attività sportive come il tennis.

4. Statua della Libertà. Eh no, non sto parlando di NYC! In pochi sanno che anche ParigiStatua della libertà ha la sua statua della libertà, molto più piccola di quella americana: si tratta di un regalo offerto ai francesi dagli Stati Uniti per celebrare il centenario della Rivoluzione Francese. Si trova su una piccola isola della Senna, nelle vicinanze della Torre Eiffel.

5. Quartiere Latino. Questa zona di Parigi, che ha come centro la Sorbona, prende il nome dagli studenti di latino che frequentavano quest’università. Ancora oggi, infatti, è uno dei posti più associati ad intellettuali e artisti. Le sue stradine sono ricche di librerie, caffè e piccoli negozi, senza dimenticare i numerosi ristoranti tipici (francesi e non!) che affollano la zona.

6. Panthéon. All’interno del quartiere latino troviamo questo edificio: inizialmente consacrato a chiesa, con il passare del tempo ha preso la funzione di mausoleo. Nei suoi sotterranei sono infatti sepolti molti eroi e personaggi che hanno segnato la storia della Francia, per citare alcuni nomi Voltaire, Hugo, Rousseau… Il Panthéon è inoltre il luogo scelto da Foucault per la dimostrazione della rotazione della Terra: c’è tutt’ora una riproduzione del pendolo originale dalla quale si può vedere ad occhio nudo il movimento del nostro pianeta.

7. Centre Pompidou. Questo museo è uno dei più grandi di Parigi ed è il museo per eccellenza dell’arte moderna e contemporanea. Al suo interno ci sono circa 70mila opere di numerosi artisti, da Dalì a Pollock, a Picasso; in più ogni anno il Centro organizza mostre monografiche o tematiche, raccogliendo opere provenienti anche da altre collezioni.

Bateau Mouche8. Bateau Mouche. Una delle esperienze più coinvolgenti in questa splendida città è sicuramente quella del Bateau Mouche: un giro lungo la Senna che vi farà osservare molti dei monumenti più noti di Parigi, dalla Torre Eiffel al Louvre, a Notre Dame da una prospettiva nuova.

9. Quartiere della Bastiglia. Questa zona di Parigi, caratterizzata storicamente dagli avvenimenti della Rivoluzione Francese ricordati dalla Colonna di Luglio posta al centro della piazza, è una delle più frequentate da giovani e turisti: le sue strade ricche di locali, pub e ristoranti, sono il luogo di incontro delle serate parigine.

10. Cimitero di Père-Lachaise. Uno dei luoghi più visitati della capitale francese, il cimitero di Père-Lachaise è famoso in tutto il mondo come il luogo di sepoltura di molti personaggi famosi: è infatti possibile lasciare un fiore sulla tomba di Oscar Wilde, o un pensiero su quella di Jim Morrison mentre si passeggia in questo luogo poetico e nostalgico.

Questi sono dei piccoli suggerimenti per vivere Parigi in un modo diverso. Un ultimo consiglio: se avete ancora un po’ di tempo da trascorrere in questa meravigliosa città fatelo passeggiando senza una meta, solo così potrete trovare la vostra Parigi!